8 Sex with no drugs and still no rock’n’roll

httpv://www.youtube.com/watch?v=d9krpjmn4lQ
Doppi sensi, sesso, commedia, monologhi, humour e balli. La parte sporca del blues, non necessariamente in senso cattivo ma sicuramente in senso di musica leggera e popolare.

Canzone popolare spesso volgare o allusiva l’hokum blues veniva spesso suonato con washboard, cucchiai, banjo, chitarre, fiddle e armonica. Sicuramente orientato al pubblico adulto e non ai teenager, generava qualche apprensione per i genitori di questi ragazzi.

Quando alcune di queste canzoni divennero importanti e scalarono le classifiche R’n’B vennero incise versioni pulite con testi modificati delle controparti blues accettabili in questo senso per il mercato più mainstream.

Per esempio “Shake, Rattle and Roll” di Big Joe Turner venne poi rieseguita da Bill Haley and the Comets. Blll Haley è un bianco, e tutti i riferimenti sessuali dell’originale venivano sublimati nel ballo. Questo è un altro punto importante per lo sviluppo successivo della poetica R’n’R.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s