B Side

I Rancid mi ricordano quando andavo in vespa a studiare dal mio compagno di classe alle superiori e ce li avevo nel walkman. Come tutti gli sfigati che si rispettino, li ho conosciuti con il loro disco piu famoso “…And out come the wolves”. Poi mettendo insieme i soldi con mio fratello ci siamo comprati il cd di “Let’s go” e da non so piu che parte ci siamo duplicati la cassetta di Rancid. Poi quando è uscito “Life won’t wait” non ero pronto a sentire un gruppo che mi piaceva che faceva un altro genere musicale tipo reggae per cui per un po’ ho smesso di seguirli, anche se ho fatto in tempo a vederli dal vivo, a farmi autografare il biglietto da Lars e Tim, e a farmi regalare un paio di adesivi da Tim che non so perchè si era preso cosi bene con me. Non li ha dati nè a mio fratello nè ai miei amici quegli adesivi.
Comunque i personaggi che compongono i Rancid mi sono sempre piaciuti un casino.
La cosa che mi piace di più è il fatto che quando gli Operation Ivy si sono sciolti e Tim Armstrong è andato in depressione pesante, il suo amico dell’asilo Matt Freeman gli ha proposto di cominciare un nuovo gruppo per tirarlo un po’ fuori dal merdone. E cosi sono nati i Rancid. Anche se tecnicamente possono far cagare a un conoscitore serio della musica, per uno come me sono un gran gruppo per un sacco di motivi che non credo interessino a nessuno. Come neanche quello che ho scritto finadesso, e che scriverò da adesso in poi…
Un’altra cosa che mi piace un casino di loro è che fanno un sacco di cose, e uno partecipa alle cose dell’altro e viceversa. Come i fratelli normali.
Tim Armstrong ha fondato la Hellcat Records. Ha pure vinto un Grammy quest’anno per aver prodotto l’ultimo disco di Jimmy Cliff. Ma ha prodotto anche i dischi di Joe Strummer & The Mescaleros. In una fase di cazzeggio pesante ho letto un’intervista a JS che parlava di Tim, e tra le altre cose diceva di quant’è sveglio sto ragazzo. Lui alla sua età era un cazzone, mentre Tim aveva gia un’etichetta discografica che produceva Joe Strummer! e che era molto piu figo avere sul giubbotto di pelle una toppa col logo della hellcat rispetto a una toppa della emi.
Comunque, che a modo suo Tim Armstrong è un geezer anche se negli ultimi tempi si è fumato il cervello insieme al crack secondo me si vede sul suo blog… Timtimebomb.com. Da fine novembre a chissaquando ogni giorno posta una canzone che registra con un gruppo piu o meno folto di musicisti. A volte sono canzoni sue inedite, altre cose dei Rancid, spesso cover varie da Hank Williams ai Toy Dolls passando da Brian Adams, Bob Dylan, i Creedence e Bruce Springsteen. Mi sono fatto una playlist su spotify con le versioni originali delle canzoni che fa: per trovare il bello dovunque bisogna veramente essere delle persone attente. E se ci riesce anche dopo tutto quello che si è fumato deve essere veramente una brava persona. (Come dicevano nei simpson nella puntata in cui c’è telespalla bob che si tatua “Die Bart Die” sul petto e dice che è tedesco: “IL.Bart.IL” e allora lo liberano dicendo che nessuno che parla tedesco può essere cattivo) lui spiega anche come dove perchè ha scelto quella canzone o quell’altra.

e.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s